I vantaggi della telemedicina in Italia durante il Covid-19 e non solo

Posted on 12/10/2020 | in:

I vantaggi della telemedicina in Italia durante il Covid-19 e non solo

C’è una nuova frontiera della medicina rappresentata dall’unione tra le modalità di visita tradizionali e le più nuove tecnologie della comunicazione: la telemedicina. Durante l’attuale pandemia del Covid-19 la telemedicina in Italia risulta fondamentale in quanto offre tantissimi vantaggi sia a livello individuale che all’intera società.

  Cos’è la telemedicina?

 La telemedicina viene definita come un insieme di tecniche informatiche e mediche che consentono di fornire una serie di servizi sanitari da remoto e dunque di curare i      pazienti a distanza.

  La telemedicina in Italia ha già preso piede da diverso tempo e durante l’attuale pandemia è risultata fondamentale in quanto ha permesso al personale medico di fornire    prestazioni mediche ai pazienti che hanno contratto il virus e di curare anche coloro che durante il lockdown hanno avuto altri problemi di salute diversi dal coronavirus.

  Parliamo dunque di una nuova frontiera della medicina che va incontro alle esigenze dei consumatori senza che quest’ultimi si debbano recare presso le strutture             ospedaliere, ambulatori e studi medici. Ovviamente questo genere di servizio è fattibile quando la presenza fisica del paziente non è fondamentale.

  Non solo, anche i servizi in farmacia di telemedicina sono aumentati e questo per i consumatori si traduce in più comodità, meno perdite di tempo ed una maggiore     possibilità di prevenire e scoprire eventuali patologie.

 

Come vengono effettuate le visite da remoto e quali sono i principali servizi di telemedicina offerti dalle farmacie?

   Le visite da remoto avvengono tramite un colloquio telefonico diretto tra medico specialista e farmacista, intervistando eventualmente anche il paziente presente in farmacia. I segnali biologici del paziente (ECG, saturimetria, pressione arteriosa, etc.), così come i referti, vengono scambiati telematicamente in modalità protetta e criptata, nel pieno rispetto delle nuove stringenti regole sulla protezione dei dati personali (come il GDPR europeo), quindi senza alcun rischio che la privacy possa essere violata.

  Come anticipato, questi servizi innovativi presentano diversi vantaggi durante l’attuale pandemia del Covid-19 in quanto permettono a chiunque di accedere ai servizi sanitari in piena sicurezza.

   Grazie ad un collegamento più rapido tra medici, strutture ospedaliere, ambulatori e farmacie, i pazienti possono effettuare sempre più esami direttamente nelle farmacie ed avere diagnosi più veloci. Tra i servizi in farmacia che vengono messi a disposizione c’è l’elettrocardiogramma, misurazione della pressione sanguigna e dei battiti del cuore, monitoraggio e diagnostica delle aritmie, ecc.

Telemedicina in Italia: gli ambiti in cui i servizi sono più richiesti

   Oltre a consentire di seguire i pazienti affetti dal Covid-19, la telemedicina in Italia è sempre più applicata anche in altre situazioni. Per esempio, la telemedicina risulta essere molto utile anche per offrire supporto psicologico, per i consulti psichiatrici, di dietologia e nutrizione ed in qualsiasi altro caso in cui i consumatori possono aver bisogno di un parere medico oppure di una diagnosi che non richiede la presenza fisica.

   Molto smart e accessibile anche a coloro che vivono in luoghi isolati, alle persone con difficolta di deambulazione oppure ai pazienti che hanno problemi di trasporto, la telemedicina in Italia è uno dei rami che segnano più crescita. Si stima infatti che questo settore tenderà a sostituire sempre di più le visite classiche, quando possibile.