HTN Telemedicina - VIRTUAL HOSPITAL, maturi già a vent’anni.

Posted on 14/11/2019 | in:

HTN VIRTUAL HOSPITAL, maturi già a vent’anni.

Telemedicina in Italia: sono passati oramai ventun anni dalla sua fondazione e HTN Virtual Hospital ne ha fatta di strada: dalla prima sede di Boario Terme, dove la connessione a internet era garantita dalle linee telefoniche analogiche, alla moderna sede di Brescia in Via della Volta, connessa in fibra ottica ultraveloce.

Il fondatore dell’azienda, Il cardiologo ospedaliero dr. Fulvio Glisenti, ha saputo trasformare un’esigenza professionale, ovvero diagnosticare a distanza e in tempo reale con la telemedicina l’infarto del miocardio in un territorio montano quale la Vallecamonica, in una vera attività imprenditoriale con fatturato e utenti costantemente in crescita.

 

Dr. Fulvio Glisenti - Fondatore 

 

La nascita e la crescita della telemedicina di HTN

HTN ha come mission  la progettazione e la realizzazione di Servizi di Telemedicina capaci di rendere la sanità sul territorio fruibile in modo “immediato e sicuro”.

Attraverso il suo sistema di telemedicina certificato ISO 9001, HTN assicura ai propri utenti, 24/24 ore, teleconsulti multispecialistici, telerefertazioni di indagini strumentali e telemonitoraggio dei parametri vitali. I Servizi sono prestati a favore di strutture sanitarie (Ospedali, Cliniche Universitarie, IRCCS), professionisti (MMG, Specialisti, Farmacie), pazienti/utenti.

La telemedicina HTN può contare oggi su un team di oltre 150 persone tra medici specialisti, infermieri, staff direzionale, operatori di call center, tecnici informatici e rete di informatori sul territorio.

La Telecardiologia, che rappresenta il primo servizio di telemedicina messo a punto da HTN, nasce nel 1999 con il progetto Boario Home Care, finalizzato ad assicurare l’erogazione di telereferti e teleconsulti a favore dei Medici di Medicina Generale, sull’intero territorio nazionale.

Nel 2001 la sede viene trasferita a Brescia, dove viene rafforzato il gruppo interno di ICT, costantemente impegnato nell’individuazione e nello sviluppo di nuove soluzioni software, hardware e di rete dedicate alla telemedicina. Il punto di forza è la continua interazione tra gruppo ICT, professionisti sanitari e struttura operativa del Centro Servizi. Questa collaborazione ha portato alla realizzazione della SmartTelemedicine Platform, un’avanzata soluzione ERP per la gestione di tutte le attività operative di un centro servizi di telemedicina e del dossier sanitario personalizzato dei pazienti. Recentemente, la soluzione è stata selezionata da Microsoft  come “case history” di successo per tecnologie IT in ambito sanitario.

La piattaforma di telemedicina ha oggi un database popolato dai dati oltre 1.000.000 di utenti in tutta Italia, gestiti nel pieno e puntuale rispetto delle normative nazionali ed europee sulla privacy.

Nel corso degli anni,  la società ha rilasciato nuovi servizi come la diagnostica di secondo livello (Holter cardiaci, pressori, Spirometrie) e ha realizzato per l’Ospedale FATEBENEFRATELLI di Brescia un applicativo che gestisce contemporaneamente le funzionalità di cartella clinica ospedaliera e di telemedicina domiciliare per i pazienti dimessi.

Nel 2012, HTN Virtual Hospital porta la telemedicina nell’ambito della terapia intensiva. Con il RITMO PROJECT, progetta e realizza la prima rete ospedaliera italiana di "Tele-Intensive Care Unit”: 117 reparti di Neurologia dislocati sull’intero territorio nazionale vengono dotati di apparecchiature di terapia intensiva i cui segnali/dati biologici (ECG, pressione arteriosa, saturimetria) sono monitorati in tempo reale, via web, dai medici specialisti di HTN.

HTN ha sempre collaborato con primarie istituzione scientifiche ed universitarie. Nel corso degli anni, ricordiamo in particolare quella con la Fondazione Maugeri (ora Istituti Clinici Scientifici Maugeri), dove l’interazione efficace con il gruppo di lavoro coordinato dalla Dr.ssa Simonetta Scalvini, ha portato alla realizzazione di numerose progettualità vincenti e alla modellizzazione di innovativi approcci di gestione del paziente cronico attraverso la telemedicina.

Ricordiamo poi le collaborazioni con le Università di Roma e di Sassari, con la Regione Lombardia, il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità. Negli anni più recenti, si è consolidata la collaborazione con l’Università di Brescia, in particolare per le metodologie di diagnostica in farmacia e l’analisi aggregata dei dati rinvenienti dall’utilizzo della telemedicina.

Le collaborazioni scientifiche hanno permesso a HTN di acquisire una solida esperienza nella realizzazione di progetti di ricerca incentrati sulla telemedicina, come dimostrano le 105 relazioni a congressi nazionali e internazionali, le 53 pubblicazioni su  riviste  nazionali e internazionali e i 174 abstract  presentati a congressi  nazionali e internazionali.

Lo stato attuale della telemedicina di HTN

Nel 2014 il Direttore commerciale e nuovi progetti Massimo Glisenti, figlio del fondatore Fulvio Glisenti, sigla un accordo quadro con Federfarma (il sindacato che rappresenta le oltre 18.000 farmacie convenzionate con il Servizio sanitario nazionale) nell’ambito del quadro normativo della Farmacia dei Servizi. L’accordo introduce istituzionalmente la telemedicina HTN nelle farmacie italiane.

Le attuali quasi cinquemila farmacie collegate in rete alla piattaforma HTN hanno realizzato finora più di 300.000 prestazioni sanitarie. In particolare, sono stati realizzati 193.284 Elettrocardiogrammi, 51.204 Holter pressori e 59.360 Holter cardiaci. La telemedicina in farmacia si è dimostrata molto efficace, individuando la necessità di suggerire al paziente ulteriori approfondimenti diagnostici: nell’8% dei casi in seguito ad ECG, nel 16% in seguito ad Holter ECG e nel 40% in seguito ad Holter pressorio. In molti casi, i pazienti sono stati addirittura inviati prontamente in pronto soccorso per necessità urgenti di interventi terapeutici.

Questi risultati dimostrano l’apprezzamento crescenti dei pazienti, che, grazie alla diffusione sempre più capillare della rete di farmacie dotate di telemedicina, possono ora trovare in prossimità del proprio domicilio un servizio di qualità ospedaliera ed evitare lunghe code di attesa, che sono ancora frequenti in altre strutture medico-sanitarie. Inoltre, i costi dei servizi sono equiparabili ai ticket che si pagherebbero se ci si rivolgesse al SSN.

Poi ci sono i riconoscimenti internazionali: l’uniformità di raccolta dei dati sanitari da parte delle farmacie, l’uniformità di dotazione di apparecchiature elettromedicali di tipo ospedaliero, l’uniformità di erogazione delle prestazioni  professionali specialistiche di  teleconsulto/telerefertazione da parte degli specialisti HTN, l’unico database condiviso hanno consentito all’Università di Brescia di presentare nel 2018 alcune relazioni scientifiche sia al congresso Europeo di Cardiologia dell’ESC, che a quello americano dell’American Heart Association.

Il prossimo futuro della telemedicina di HTN

Nello sviluppo futuro di HTN è prevista la realizzazione di ulteriori prodotti e servizi a favore dell’utilizzo della telemedicina nell’ambito del Piano nazionale per la cronicità del SSN e della deospedalizzazione delle cure. HTN sta sviluppando nuovi modelli di diagnostica e monitoraggio e in questi nuovi scenari clinici e tecnologici la farmacia può essere di grande e valido supporto al medico curante. In questo contesto, tra le sfide che HTN sta affrontando, c’è la realizzazione di modelli di monitoraggio capaci di integrare telemedicina, Internet of Things (IoT) ed intelligenza artificiale. La finalità è quella di raccogliere sempre più informazioni di parametri vitali e di contesto di vita quotidiana, che possano essere rapportate alla storia clinica di ogni paziente, così da consentire diagnosi precoci di instabilizzazione e follow up più efficaci.

Per i suoi primi vent’anni, e per i prossimi venti, HTN ringrazia il proprio team composta da:

1)      Medici specialisti

2)      Infermieri

3)      Operatori di Call Center

4)      Tecnici informatici

5)      Rete di informatori

con il quale HTN è pronta a presidiare le prossime e sfidanti frontiere della telemedicina.

Infine, ci piace concludere e salutare tutti riproponendo il video commemorativo del ventennale di HTN.