SERVIZI PER LE STRUTTURE SANITARIE

Servizi di telemonitoraggio intensivo:

Telemonitoraggio clinico-strumentale “intensivo”

I servizi di "Telemonitoraggio Intensivo” vengono progettati e realizzati a favore di strutture sanitarie quali piccoli ospedali, singole divisioni ospedaliere, case di cura, RSA che non hanno a disposizione h24 figure professionali quali medici d’emergenza, cardiologi, anestesisti-rianimatori; la sorveglianza sanitaria continua ed intensiva dei degenti critici viene quindi, in toto, delegata ad HTN.

 

 

Strumentazione fornita alle strutture

Nella struttura vengono approntati posti-letto con le seguenti strumentazioni di telemonitoraggio multiparametrico che consentono il controllo a distanza 24 ore su 24 dei parametri vitali dell’utente da parte dei medici specialisti di HTN.

Centrale di Monitoraggio IntelliVue Philips M3150:

  • monitorizza in tempo reale ed in modo automatico le tracce elettrocardiografiche, saturimetriche e di pressione arteriosa del paziente
  • permette la programmazione di allarmi specifici per ogni traccia
  • permette la visualizzazione contemporanea delle tracce di 4 monitor portatili MP2 e degli analoghi allarmi (visivi/sonori) generati dal monitor-paziente
  • provvede all’esportazione via web dei dati verso HTN, con l’invio telematico delle tracce di ogni allarme generato e la sua archiviazione automatica nel dossier sanitario personale.

Monitor portatile MP2 collegato alla centrale di monitoraggio IntelliVue:

  • monitor portatile MP2 collegato alla centrale di monitoraggio IntelliVue. Il monitor è in grado di visualizzare i valori della pressione arteriosa, della saturimetria, delle forme d’onda elettrocardiografiche ed effettuare la registrazione di un tracciato a 12 derivazioni (con set a 10 cavi) o il monitoraggio continuo del tracciato a 3 derivazioni (con set a 5 cavi). E’ in grado di analizzare i parametri del tracciato rispetto a limiti prestabiliti (sempre visibili sulla schermata principale), facendo scattare un allarme in caso di deviazioni.

Il superamento di una soglia di allarme viene segnalato dal monitor tramite l’ emissione di un segnale acustico, di intensità variabile a seconda della gravità.

Inoltre compare un messaggio che, per gli allarmi reali, lampeggia in rosso in caso di situazioni potenzialmente pericolose, in giallo per le semplici condizioni che superano i limiti preimpostati dei parametri vitali.

Viceversa, in caso di allarmi tecnici, il messaggio acceso è fisso ed azzurro (allarmi da problemi di qualità del segnale, malfunzionamento o scollegamenti delle apparecchiature).

Come funziona il "Telemonitoraggio Intensivo”

Flusso di lavoro:

  • il medico della struttura individua il paziente eligibile al telemonitoraggio intensivo continuo
  • accede, mediante le credenziali di autenticazione (username e password) nella SmartTelemedicine Platform di HTN
  • previo consenso informato, arruola il paziente (nel dossier sanitario personale) inserendo i dati anagrafici e qualsiasi altra notizia utile al telemonitoraggio  (anamnesi, terapia, eventi etc..)
  • inserisce i dati anagrafici del paziente nella Centrale di monitoraggio
  • applica gli elettrodi/sensori (elettrocardiografo, saturimetro-pressione arteriosa) al paziente 
  • attiva il device per il monitoraggio continuo.

La centrale Intellivue Philips analizza in continuo e in modo automatico le tracce monitorate individuando eventuali allarmi per aritmie, scostamenti battito/battito nella misura del QT, ST-T,pressione arteriosa, saturimetria.  

Lo specialista di turno in HTN provvede, in tempo reale nella SmartTelemedicine Platform di HTN, alla telesorveglianza del paziente ed alla refertazione dei segnali pervenuti, rendendoli disponibili e stampabili al reparto.

Tutte le tracce allertate vengono memorizzate nel dossier sanitario personale del paziente.

Centrale di telemonitoraggio Philips IntelliVue »